LUGLIO 2014

  • TU QUANTO SEI CELIACO?

    Categorie: Disinformazione, Nutrirsi

    0 commenti

    Qualcuno me la spieghi… Stavo cercando un posto a Monza dove poter pranzare, ed ho trovato un ristorante che effettua “pizze per celiaci allergici alle graminacee”. Insomma, la pizzeria perfetta per me e la mia ragazza asmatica se fossimo la stessa persona.
    Pizze per celiaci allergici alle graminacee… deve esserci qualcosa che non so.
    O che non sa il gestore del ristorante.
    Capirete se vi dico che ho preferito cercare altrove.

    Ma il peggio è stato forse quando stavo lavorando per un video a Rozzano e cercavo una pizza a domicilio per poter mangiare al volo e continuare a lavorare. Il responsabile della pizzeria mi rispose Sì, abbiamo pizze senza glutine, ma devo avvertirti: le impastiamo sulla farina… Tu quanto sei celiaco?
    Non commento questa domanda, ché mi pare anche superfluo.

    Però ci tengo a ripeterlo, dato che non lo si fa mai a sufficienza: non si può essere più o meno celiaci.
    Il glutine fa malissimo a tutti i PriviDiGlutine, sia quelli sintomatici che si sentono male appena assaggiano un po’ di farina, sia quelli asintomatici a cui una fetta di pizza apparentemente non causa danni.

  • CELIACHIA DOMANI

    Categorie: Celiachia Oggi, Grazie A Dicke

    0 commenti

    Nuovo articolo per Celiachia OggiQuando arriverà la pillola per celiaci? Che fine farà Marco Scaglione? E il Molise? E MasterChef?
    E i bambini, li porterà ancora la cicogna?
    Sul nuovo numero di Celiachia Oggi ho provato ad immaginare quale potrà essere il futuro del SenzaGlutine da qui al 2100. Lo trovate in edicola in questi giorni, così potete leggervelo in spiaggia.
    Buon divertimento!

    Oltre alla rubrica di Grazieadicke.it sul numero estivo si parla di tanto altro: dal GlutenFreeFest ai 9 nutrienti indispensabili per un celiaco, dalla rivalutazione del Sorgo al fatto che effittivamente sembrano esserci novità sulla tanto attesa pillola per celiaci, al di là dello scetticismo del sottoscritto.

  • L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI DICKE

    Categorie: Blogosfera, Grazie A Dicke

    0 commenti

    Quando dalla provincia di Caserta mi sono trasferito a vivere da solo a Milano ho dovuto fare i conti con un problema su cui avevo sempre sorvolato: io non so cucinare. Da allora ho dovuto pensare per la prima volta in modo serio a quello che più incide sulla mia vita da studente fuorisede, che è senza dubbio la celiachia.
    Sul web trovavo parecchi blog di ricette senza glutine o siti scientifici. Tutti utilissimi, chiaramente, ma avevo l’impressione che mancasse qualcosa. Ho pensato allora di infilarmi in mezzo a queste due categorie con un po’ di autoironia per aprire un piccolo spazio in cui parlare di quello che mi premeva di più: come ormai ho ripetuto fino alla nausea, la celiachia non comporta solo difficoltà alimentari quanto – e forse soprattutto – relazionali, dato che il cibo è il principale agente d’aggregazione sociale. Se si vive in una grande città, e se si lascia una madre premurosa in Campania, la questione non diventa poi così secondaria.
    (altro…)