FEBBRAIO 2016

  • IL MINUTO D’ODIO #2

    Categorie: Il minuto d'odio

    0 commenti

    8 euro

    Con 8 euro puoi andare al cinema a goderti l’esperienza dell’ultimo film di Tarantino.
    Puoi fare un apericena al Pigneto (se sei a Roma) o sui Navigli (se sei a Milano) passando una serata di quelle storiche.
    Puoi prendere una maglietta nuova al centro commerciale o, se sei una donna, acquistare quella matita per gli occhi o quel pennello che serviva al tuo armadietto dei trucchi.
    Puoi comprare un favoloso CD o, in alternativa, uno di quei libri che ti rimarrà a vita, sulla mensola e nella testa.

    Puoi farti almeno una Carta d’identità.
    Puoi prendere un cappellino per l’inverno o un plaid.
    Un ridotto per vedere i Musei Vaticani. Cappella Sistina inclusa.
    Un caricabetterie compatibile per iPhone.

    Più di 10 bustine di figurine Panini.
    Una cinquantina di penne Bic.
    Una miriade di cose più o meno utili ai negozi “Tutto a 99 centesimi”.
    Un regionale Roma – Napoli.
    Una vera pizza a Napoli, con tanto di bevanda.

    Oppure, se hai la sfiga di essere celiaco,
    ti pigli giusto due pizzette o due panini senza glutine dall’approfittatore di turno.
  • COSA NON È LA CELIACHIA.

    Categorie: Guida Gluten Free, Politica

    0 commenti

    Schermata 2016-02-01 alle 16.02.20Da anni si sente parlare di gradi di celiachia.
    Quando chiedo al pizzaiolo se la pizza è senza glutine, mi sento spesso rispondere “dipende dal grado di celiachia che hai”.
    Ecco… ci tengo a ripeterlo: non esistono i gradi di celiachia.
    Esistono celiaci sintomatici  e celiaci asintomatici. Un argomento che è stato già trattato nel video animato FAQ Celiachia.

    A causare ulteriore confusione ci sono malattie affini alla Celiachia, come la Gluten Sensitivity (la sensibilità al glutine).
    Nella relazione sulla Celiachia appena pubblicata dal Parlamento si parla anche di questo, provando a fare chiarezza su cosa NON è la Celiachia.
    Vi riporto qualche informazione:

    (altro…)