CACCIA AL TESORO: IL CASO BUITONI

  • AUTHOR: // CATEGORY: Fuoricasa, Nutrirsi

    No Comments

    BuitoniQuesto articolo lo scrivo perché ho fatto una scoperta sensazionale.
    Però, per parlare di questa scoperta sensazionale, devo partire dal principio.
    E il principio comincia da quando fra i PriviDiGlutine è scoppiata una vera e propria caccia al tesoro.
    Gli argomenti topici fra i celiaci da un po’ di tempo sono “Non riesco a trovare la sfoglia Buitoni” o, al limite, “Tu che l’hai trovata, indicami l’indirizzo!!!”
    Insomma sembra che la nuova pasta sfoglia senza glutine Buitoni sia tanto buona quanto introvabile.
    Ma come mai?
    E ve lo dico io come mai, ora che vi svelo la mia scoperta.


    Ma prima vi devo dire che ho provato a scrivere alla stessa Buitoni per chiedere informazioni in merito a una così bassa distribuzione per il senza glutine. Non mi hanno saputo dare una precisa risposta, ma mi hanno dato un utile numero per conoscere il rivenditore più vicino dove trovare i loro prodotti.

    Ti invitiamo a contattarci al numero verde 800 434 434, attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 19.00.

    E già è una prima conquista.
    Ma, come potete immaginare, la scoperta non è questa!
    La scoperta comincia quando sono venuto a sapere che a Roma le sfoglie senza glutine Buitoni sono distrubuite dalle GROS, il Gruppo Romano Supermercati che racchiude tutta una serie di punti vendita, fra cui il Castoro.
    Decido di andare proprio al Castoro sotto casa, convinto che troverò la sfoglia almeno lì.
    E invece niente.

    Stremato vado al punto informazioni del supermercato. Lì una gentilissima signora mi spiega l’arcano: l’arcano è che spesso i dipendenti di un supermercato, incaricati di notificare quando le scorte di un certo prodotto sono finite, si accorgono quando finisce la Pasta sfoglia Buitoni ma non si accorgono quando finisce la Buitoni Senza Glutine. Non essendo celiaci, semplicemente, non ci fanno caso.
    Il risultato è che ho dovuto prenotare le sfoglie direttamente al Punto Informazioni e, finalmente, dopo qualche giorno, le agognate paste sono miracolosamente comparse.

    Torta salata ai carciofi
    E quindi, direte voi, qual è la scoperta?
    Trattasi, signore e signori, della scoperta dell’acqua calda.
    Ho scoperto cioè che per ottenere una cosa bisogna chiederla, e che per i celiaci questo vale ancora di più.
    Quando non troviamo prodotti senza glutine in un supermercato che in teoria dovrebbe venderli, chiediamoli!
    Altrimenti succede che il supermercato non fa richiesta del prodotto, i produttori pensano che il prodotto non piace ai celiaci e i celiaci se la prendono in saccoccia!
    Inoltre i prodotti senza glutine sono spesso ammassati assieme a quelli col glutine, costringendo noi celiaci a scarattare ovunque per cercarli. È il caso della sfoglia Buitoni (almeno al Castoro era così) ed è anche il motivo per cui, quando i dipendenti vedono che ci sono tante sfoglie, non fanno caso al fatto che fra queste sono terminate quelle senza glutine.
    Insomma… ci vuole pazienza.
    Bella scoperta, eh?

    PS: La torta salata ai carciofi che vedete nella foto è stata gentilmente preparata da Ilaria, che ha avuto pietà di me quando, una volta trovate le sfoglie, non sapevo che farne.