NUTRIRSI

  • CARTOLINE DALLA LIGURIA #2

    Categorie: Fuoricasa, Guida Gluten Free, Nutrirsi

    0 commenti

    Qualche tempo fa vi scrivevo di Finale Ligure, preso in  prestito come metafora del grazioso paese turistico che non riesce a soddisfare le esigenze di tutti i turisti.
    Apertamente Vegan Friendly, pareva invece che i celiaci gli stessero sul culo.
    Proprio in Liguria, poi; a un’oretta di distanza dalla sede principale dell’Associazione Italiana Celiachia.
    Ebbene ci sono tornato. E la situazione è un po’ cambiata.
    Cambiata di tanto? Non proprio.
    Ma cambiata in meglio? Me lo direte voi.
    Cambiata in che modo, allora?
    E quante domande, oh? Chi siete, Marco Travaglio?
    Leggete!

    FinalBorgo

    (altro…)

  • CACCIA AL TESORO: IL CASO BUITONI

    Categorie: Fuoricasa, Nutrirsi

    0 commenti

    BuitoniQuesto articolo lo scrivo perché ho fatto una scoperta sensazionale.
    Però, per parlare di questa scoperta sensazionale, devo partire dal principio.
    E il principio comincia da quando fra i PriviDiGlutine è scoppiata una vera e propria caccia al tesoro.
    Gli argomenti topici fra i celiaci da un po’ di tempo sono “Non riesco a trovare la sfoglia Buitoni” o, al limite, “Tu che l’hai trovata, indicami l’indirizzo!!!”
    Insomma sembra che la nuova pasta sfoglia senza glutine Buitoni sia tanto buona quanto introvabile.
    Ma come mai?
    E ve lo dico io come mai, ora che vi svelo la mia scoperta.
    (altro…)

  • LE NOSTRE ESIGENZE, L’IMPEGNO DI CONAD

    Categorie: Guida Gluten Free, Nutrirsi

    0 commenti

    Penne RigateIn questi giorni mi è arrivata una telefonata.
    Una voce gentile mi ha spiegato che la Conad sta lanciando una linea prettamente senza glutine, e mi ha chiesto se fossi stato disponibile ad assaggiare prodotti che avrei ricevuto via posta.
    Io chiaramente ho detto di sì, poi ho riagganciato e mi sono sentito orgoglioso: per questo test di assaggio hanno pensato proprio a me!
    Dopo poco la voce gentile di Conad mi ha richiamato dicendomi
    “Sì, Angelo… l’indirizzo?”
    Mi scuso. Non sono abituato a queste cose.

    (altro…)

  • NIENTE PIÙ BIOPSIA PER I BAMBINI SOSPETTI CELIACI

    Categorie: Nutrirsi, Politica

    0 commenti

    Vi state chiedendo se vostro figlio è celiaco?
    Pare che da oggi per avere questa certezza si possa fare meno della fastidiosissima biopsia intestinale, finora l’unico esame considerato valido per certificare la celiachia.
    La biopsia, se è un esame parecchio invasivo per un adulto (dato che viene introdotta una sonda attraverso la bocca giù per l’esofago e lo stomaco), per un bambino può essere traumatizzante.

    Parlo almeno per me: sono celiaco sin da bambino; fortunatamente ho rimosso tutto. Ma una cosa la ricordo!
    L’ospedale dove sono stato curato da bambino affacciava sul golfo di Napoli, e per buona parte dell’infanzia sono stato terrorizzato dal mare, che nella mente associavo a ciò che mi era successo…

    Ma sembra che adesso basteranno le analisi degli anticorpi ricavate dal prelievo di un campione di sangue. E, mi permetto di aggiungere, finalmente!
    La biopsia è un esame talmente fastidioso che conosco celiaci che, per evitarla, rinunciano volutamente ai rimborsi statali (ad oggi, solo con la biopsia lo Stato ti considera celiaco e decide di assegnarti i buoni).
    Al momento però pare che la novità riguardi solo i bambini, e che sia stata decisa per arrivare a stabilire con maggiore tempestività se un bimbo è o non è celiaco, avendo il vantaggio di agire prima per combattere la malattia.
    Solo mi chiedo a questo punto se pian piano questa procedura verrà diffusa anche ai poveri adulti di Celiaco.
    Aspettiamo fiduciosi nell’A.I.C.

  • GGF: NAPOLI, PANINI PORCHI E PIZZE STORICHE

    Categorie: Guida Gluten Free, Nutrirsi

    0 commenti

    Nelle case campane si mangia da Dio, ma anche fuori casa in questa regione non si scherza mica.
    E così, con la scusa di rivedere vecchi e nuovi amici, ne ho approfittato per sperimentare nuovi locali senza glutine napoletani.
    Mi sento di consigliarne due: (altro…)

  • LA RIVOLUZIONE DELLA NUOVA CELIACHIA: I BUONI NEI SUPERMERCATI

    Categorie: Guida Gluten Free, Nutrirsi

    0 commenti

    Ossia: Mamma, che ne dici di un celiaco all’Esselunga? #3

    Una ridente foto di Milano d'agosto

    Una ridente foto di Milano d’agosto

    È passato un anno da quando scrissi della petizione indetta da Marina Pellizzari: chiedeva sulla piattaforma Change.org di fare in modo che nei supermercati si potessero utilizzare i ticket che abbiamo a disposizione per l’erogazione dei prodotti senza glutine.

    È passato un anno e da allora sono successe tante cose – fra le altre, ho imparato a fare facilmente la È sulla tastiera del Mac e la sto usando ovunque, come all’inizio di quest’articolo.
    Sono successe tante cose, dicevo, ma della Pellizzari non sono riuscito ad avere più notizie. Ho provato anche a contattarla procurandomi la mail, ma niente oh!, nessuna risposta.
    Lei era scomparsa, ma intanto la petizione continuava a far parlare di sé: ormai è stata chiusa ma ha raggiunto quasi 60.000 sostenitori. No, dico: sessantamìla! Mica roba da poco? E lei? La Pellizzari? Come l’ha presa?
    Stavo già per rivolgermi a Sveva Sagramola per farle tutte queste domande, ma mi sono fermato a tempo (per me la conduttrice di Geo&Geo è sempre stata è il simbolo della zia sapiente a cui chiedere le cose, che se abitasse accanto a me starei sempre da lei a chiedergli fatti del tipo Perché non mi si accende il gas? o Perché mi si fanno sempre le macchie sul bucato?) (Simile a lei, ma meno accomodante, era la zia Sciarelli di Chi l’ha visto?)
    Stavo per rivolgermi alla Sagramola, dicevo, ma è successo il fatto.

    (altro…)

  • CARTOLINE DALLA LIGURIA

    Categorie: Fuoricasa, Guida Gluten Free, Nutrirsi

    0 commenti

    FinalBorgoSono stato a Finale Ligure, cittadina balneare della riviera di Ponente di cui ho faticato poco ad innamorarmi, fra il relax delle spiagge di Final Marina e le passeggiate serali a FinalBorgo (eletto fra i borghi più belli d’Italia).
    Pur avendo un’entrata turistica elevata, però, Finale resta parecchio indietro in quanto a offerta senza glutine; bandiera blu per il mare e le spiagge, bandiera nera in termini di celiachia.

    Se a Finale ti occupi di alimenti e non hai il certificato di qualità di TripAdvisor sei uno sfigato: quest’attestato era affisso praticamente sulla porta di ogni ristorante, pizzeria, bottega alimentare… Ma a parte qualche farmacia rifornita e uno o due botteghe col minimo indispensabile per sopravvivere (pasta, qualche biscotto), il vero problema estivo – quello di poter mangiare tranquillamente fuori casa e non doversi preoccupare di cucinare anche in vacanza – rimane assai alto.
    Qui faccio un elenco dei pochi locali che costituiscono un’eccezione:

    (altro…)

  • TU QUANTO SEI CELIACO?

    Categorie: Disinformazione, Nutrirsi

    0 commenti

    Qualcuno me la spieghi… Stavo cercando un posto a Monza dove poter pranzare, ed ho trovato un ristorante che effettua “pizze per celiaci allergici alle graminacee”. Insomma, la pizzeria perfetta per me e la mia ragazza asmatica se fossimo la stessa persona.
    Pizze per celiaci allergici alle graminacee… deve esserci qualcosa che non so.
    O che non sa il gestore del ristorante.
    Capirete se vi dico che ho preferito cercare altrove.

    Ma il peggio è stato forse quando stavo lavorando per un video a Rozzano e cercavo una pizza a domicilio per poter mangiare al volo e continuare a lavorare. Il responsabile della pizzeria mi rispose Sì, abbiamo pizze senza glutine, ma devo avvertirti: le impastiamo sulla farina… Tu quanto sei celiaco?
    Non commento questa domanda, ché mi pare anche superfluo.

    Però ci tengo a ripeterlo, dato che non lo si fa mai a sufficienza: non si può essere più o meno celiaci.
    Il glutine fa malissimo a tutti i PriviDiGlutine, sia quelli sintomatici che si sentono male appena assaggiano un po’ di farina, sia quelli asintomatici a cui una fetta di pizza apparentemente non causa danni.

  • QUELLO CHE LE DONNE DEI CELIACI NON DICONO

    Categorie: autobiografia tragica, Nutrirsi

    0 commenti

    Due post fa, parlando della mia ragazza, scrivevo “Ogni volta che le propongo di andare a cena fuori, lei mi chiede Perché? Cosa ho fatto?”.
    Era una battuta riferita all’enorme pazienza che ha Ilaria nell’accompagnarmi in pizzerie senza glutine che spesso, quando va bene, somigliano a mense da ospedali. Una lettrice mi scrive riguardo a quella frase, chiedendomi se è veramente così un sacrificio far stare bene il proprio partner. A parte che “costringersi a mangiare sempre in pizzerie per celiaci” se non è un sacrificio è comunque un atto parecchio generoso. Ma poi, non è tanto il locale in cui si va… spesso il problema, quando si mangia fuori, è il sottoscritto. Vi spiego.

    (altro…)

  • GGF – LA PIZZA CELIACA A MILANO #2

    Categorie: Guida Gluten Free, Nutrirsi

    0 commenti

    Continuo a sentir dire, chiacchierando con i babbani non celiaci, che ormai la pizza senza glutine si trova dappertutto.
    Non per essere ripetitivo, ragazzi, ma no.

    Parlo almeno per Milano: che ci siano ormai una decina di pizzerie all’interno dei bastioni può anche darsi, ma parliamoci chiaro: dieci pizzerie – fossero anche venti – non sono niente, soprattutto se pochissime fra loro rispettano la vecchia aspettativa di un decente rapporto qualità-prezzo. E dunque io continuo le mie peregrinazioni fra le pizzerie dove fanno la celiaca, dopo un paio di escursioni già pubblicate. Oggi scrivo di tre pizzerie milanesi in cui ho mangiato negli ultimi mesi: Il grissinoda Akim, e La baia blu.

    (altro…)