GIORNO 1001

  • AUTHOR: // CATEGORY: Prese in giro

    No Comments

    Arriviamo in questo minimarket e decidiamo di provare la zingara; ‘sta specie di panino che fanno a Ischia; dice buono assai.
    I primi due di noi ne ordinano un paio e quelli del banco gastronomia son contenti. Solita routine, niente di nuovo.
    Quando è il momento di Imma, questa chiede se è possibile avere una zingara senza speck. I due tizi della gastronomia si guardano ansiosi. Uno di loro, quello calvo, si morde il cappello.
    Senza speck?, domanda.
    Forse la ragazza è vegetariana e non può mangiare carne, dice l’altro guardando fisso Imma e implorando con lo sguardo una sua conferma. Lei annuisce, e quindi tutti contenti i due si mettono all’opera gettando gli occhi ammirati verso una vegetariana, ricordando forse di averne sentito parlare in qualche libro quando erano all’istituto alberghiero.

    Arriva il mio turno, e in quel momento forse sentono la proposta più assurda della loro vita da commessi al reparto gastronomia di un minimarket.
    A me non è che potrebbe fare una zingara… senza pane?
    Mi sono reso conto solo dopo dell’assurdità della mia richiesta. Un panino senza pane… i due hanno iniziato a sudare, sentendosi a un esame.

    Uno di loro, quello calvo, si morde il grembiule.
    Senza pane?, domanda.
    Attimi di silenzio eterni, finché all’altro viene un lampo di genio.
    Forse il ragazzo è celiaco!, grida il tizio, guardandomi. Poi riportando la voce a un volume tranquillizzante aggiunge Quindi adesso mi lavo bene bene le mani e gli metto il companatico in una vaschetta. Parlava lentamente, come per dimostrarmi di ricordare ancora a memoria qualche lontana lezione sul celiaco, questo animale mitologico che giammai si sarebbe aspettato di vedere dal vivo.
    Esistono davvero, avranno pensato guardando me e Imma. Ed escono tutti insieme!

    Non era niente di eccezionale, questo panino senza pane… come se ci mancasse qualcosa. Ma quel giorno per un momento ho provato una strana ebbrezza. Se ci siete, se c’è qualcuno da qualche parte, e se vedete Will Smith, fategli sapere che anch’io sono leggenda.