THE MORTAL GAME (EPILOGO)

  • AUTHOR: // CATEGORY: Uncategorized

    2 Comments

    No perché magari era poco chiaro.

    Sono finalmente stato abilitato a prendere i prodotti senza glutine a Milano, dopo tanto peregrinare fra Asl e Aic.
    Ed è vero che ho mandato una quantità esagerata di mail per cercare di farmi sentire dall’una e dall’altra;
    è vero che sono andato più volte all’Asl – le prime volte invano;
    è vero che mi hanno fatto fare il giro degli sportelli perché nessuno sapeva bene come regolarsi, facendomi ognuno ripetere il mio problema per poi scaricarmi a un altro sportello dove forse ne sapevano di più;
    è vero che sono dovuto scendere a Napoli per cambiare il mio medico, che mi hanno fatto prenotare una visita dal gastroenterologo perché dimostrassi di essere ancora celiaco, che ho dovuto fare la residenza a Milano. Insomma è vero tutto quello che ho raccontato in modo esasperato nei tre post del Mortal Game.

    O quasi tutto.

    Sì perché, per dire, la questione del tizio assurdo della Asl che mi perseguitava e mi buttava la farina addosso e mi parlava con accento tedesco, lo ammetto, quella me la sono inventata.
    Era così, per farci dell’ironia e non deprimermi del tutto, e volevo chiarirlo.

    Sì, lo so, lo so che era scontato.
    Vi spiego: è che leggendo il commento di Hermann all’ultimo capitolo del Mortal Game, ho pensato che forse era poco chiaro, e allora ho pensato di scrivere questo post.

    Poi però, mentre scrivevo, ho riflettuto sul fatto che costui dice di lavorare in una Asl lombarda e si firma con un nome tedesco. E allora ho capito tutto.

    P.S. Caro Hermann, se leggi questo post… non ti offendere, sto solo scherzando.

  • Garmugia

    Si firma Hermann Goering, cioè uno dei più terribili nazisti, quindi ovviamente faceva dell’ironia pure lui…Tu digiblues hai giustamente esasperato la situazione per fini letterari e per sdrammatizzare – ed io ho molto apprezzato il tuo modo di scrivere – però credo che gli impiegati Asl che hai incontrato (come ti ha ricordato Herman la sanità è regionale, Campania e Lombardia è come fossero due stati stranieri…) siano essi pure vittime della burocrazia, le leggi non le hanno fatte loro. Basterebbe un po’ di buonsenso per semplificare le procedure e poi magari controlli serissimi a campione per stanare i furbi perché probabilmente è proprio ì’approfitto di alcuni che ha portato in Italia all’esasperazione delle procedure amministrative.
    Sono ovviamente felice che tu abbia finalmente ottenuto i buoni per i prodotti senza glutine. :)

    • Ma sì, io giocavo solo alla semplificazione.
      Volevo raccontare una vicenda vagamente scandalosa in un paese serio, e dovendo renderla interessante ho trovato un Cattivo. Questo cattivo non era la Asl di Milano, né la Asl di Bande Nere – che è quella dove mi sono recato nello specifico – ma un inesistente impiegato dell’Asl con cui ho giocato a riversare tutto il disprezzo accumulato. Ma era un escamotage letterario, giuro. :P
      In ogni caso grazie per le belle parole! :D
      Mi diverto molto a scrivere, sempre felice che ci sia chi si diverte a leggere.